Martinengo | Referendum autonomia regione Lombardia

Egr. Sig.
Avv. Paolo Nozza
Sindaco del Comune di
24057 – Martinengo (BG)

Martinengo, 28 marzo 2017

Oggetto: dichiarazione di voto alla mozione sostegno al referendum per l’autonomia della Regione Lombardia.

Il testo della mozione, ricco di dati e di articoli di giornale che ci spiegano quanto la Lombardia contribuisca allo Stato centrale e quanto poco torni sul nostro territorio, al di là di alcuni passaggi, ci risulta condivisibile nel presentare un problema che c’è. E c’è da anni, anni in cui anche chi la propone ha avuto l’opportunità di governare il nostro paese e però su questo tema, evidentemente, “poteva fare di più” (tra virgolette).

Al di là di questo, quello che non capiamo è il senso della mozione: impegnare il sindaco a fare che cosa esattamente? Con quale obiettivo?

La Regione sono due anni che ha deciso di indire il referendum e il Comune di Martinengo cosa può fare di fronte a tutto ciò? Nulla. Quando la Regione individuerà la data, la gente andrà a votare. E quindi il senso della mozione quale è? Quale è l’impatto di tutto ciò sulla vita dei martinenghesi? Se la mozione viene approvata o non viene approvata cambia qualcosa rispetto all’indizione del referendum? Assolutamente nulla.
Tutto ciò ricorda un’altra memorabile mozione arrivata in consiglio comunale negli anni scorsi che riguardava il diritto del popolo lombado di autodeterminarsi. Votata dalla maggioranza non ha prodotto nessun benficio, nulla di nulla, per i martinenghesi. Questa mozione sembra la cugina di quella… e se tanto ci da tanto…

Ci saremmo aspettati che i consiglieri di maggioranza proponessero una mozione per impegnare sindaco e giunta su altri temi, più vicini ai bisogni dei martinenghesi e soprattutto su cui il Comune qualcosa può fare. Qualche esempio?

  • La realizzazione del progetto Città della salute che era il punto principale del programma elettorale della maggioranza e che è letteralmente sparito. 100 posti di lavoro ai martinenghesi avevate promesso.
  • Essere più presenti e attivi per quanto che riguarda i finanziamenti regionali. Nelle ultime settimane, sulla stampa locale sono apparsi elenchi di comuni vincitori di finanziamenti regionali per videosorveglianza e per misure di incentivazione per la mobilità sostenibile. Martinengo era assente.
  • Sempre sui giornali è apparso un resoconto di progetti a favore dei giovani che si stanno sviluppando nella Bassa. Per i Comuni citati, tranne Martinengo, si presentavano progetti promossi dall’amministrazione comunale. Per Martinengo si citava un progetto meritorio e lodevole portato avanti da ragazzi di Martinengo ma in cui il Comune non c’entra nulla. Il nostro comune dov’è sui giovani? Cosa fa?
  • Il problema delle famiglie in difficoltà esiste, eccome, a Martinengo. Recentemente abbiamo presentato una proposta che avete bocciato. Ma la Giunta ha qualche proposta su questo tema?
  • Calo della natalità. Come sopra.
  • L’attenzione ed il monitoraggio sui luoghi di culto, smettendo di ignorare fenomeni che esistono e che vanno regolamentati correttamente proprio per garantire la sicurezza.

Il nostro gruppo si asterrà. Il comune di Martinengo può fare ben poco sull’autonomia fiscale della regione rispetto allo stato. Ci pensi chi in Regione lavora e rappresenta queste istanze condivisibili. Come consiglieri di Martinengo ci occupiamo di Martinengo e ci piacerebbe vedere che i consiglieri di maggioranza spronare Sindaco e Giunta sui temi sopra citati, non su temi per i quali l’azione del Comune è nulla.

Il documento a sostegno del referendum per l’autonomia della Lombardia

Author: redazione

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *